POGGIO BUSTONE (Rieti)- Ricerca storica e Articolo dell’Arch. Maurizio PETTINARI

 POGGIO BUSTONE (Rieti)
POGGIO BUSTONE (Rieti)

POGGIO BUSTONE (Rieti)- Ricerca storica e Articolo dell’Arch. Maurizio PETTINARI

“Intorno al 1117 è nominato il castrum ed il podium di Poggio Bustone quando Berardo, signorotto del luogo, donò il territorio all’Abbazia di Farfa, ma il dominio dell’Abbazia durò pochi anni per passare poi al regno Normanno. Alla fine del XII secolo, il paese fu incluso nel territorio reatino.

San Francesco, con i suoi primi sei compagni, prese a predicare nel 1208 nella valle reatina prendendo dimora a Poggio Bustone.

Il paese fu completamente raso al suolo dal terremoto del reatino del 1298, che provocò la morte di 150 abitanti. Dal 1817 Poggio Bustone divenne sede di un governatorato che aveva alle sue dipendenze i comuni di Labro, Morro e Rivodutri. Poggio Bustone nella storia recente fu protagonista della lotta partigiana, nel mese di aprile del 1944, fu invaso dalle truppe nazi-fasciste che portarono morte e distruzione, in seguito per il coraggio dimostrato dalla popolazione il paese fu insignito di Medaglia d’Argento al valore.

Architetture religiose

Chiesa di San Giovanni Battista

La parrocchiale di S. Giovanni Battista è la principale chiesa del centro storico del paese. All’interno si trova un affresco quattrocentesco di S. Francesco che riceve le stimmate; sotto l’altare maggiore si conservano le reliquie di S. Felice martire. Secondo la leggenda il corpo del Santo fu portato su di un carro trainato da buoi che spontaneamente giunsero al castrum di Poggio Bustone.

Il Santuario di Poggio Bustone

Immediatamente fuori dal paese, sul lato della montagna, sorge il santuario francescano di Poggio Bustone, meta dei numerosi pellegrini che percorrono il Cammino di Francesco. Il santuario sorge nei pressi del romitorio dove, nel 1208, si fermò il santo di Assisi, che qui ebbe l’apparizione dell’angelo che gli annunciava la remissione dei peccati.

La costruzione del santuario iniziò nel Duecento e continuò nei secoli successivi. Il complesso comprende una chiesa, il convento di San Giacomo (ove risiedono i frati Francescani) e il tempietto della Pace.

La chiesa (che risale alla fine del Trecento) ospita degli affreschi che ritraggono la Madonna delle Grazie con il bambino e due angeli ai lati in adorazione, il castello di Poggio Bustone su cui vigilano San Francesco e Sant’Antonio oltre alle artistiche vetrate ed al tradizionale crocefisso in legno.

Il convento di San Giacomo (risalente al XV secolo) si sviluppa intorno a un chiostro dove si possono trovare un quadro con le parole del “Cantico delle Creature”, mentre nelle lunette sono raffigurati episodi della vita di San Francesco. Aperto al pubblico è il refettorio in cui si può trovare l’altare in legno con l’edicola dedicata a San Giacomo utilizzate da San Francesco e dai suoi primi seguaci.

Il santuario è collegato al Tempietto della Pace (XX secolo) per mezzo di un sentiero in cui sono poste le edicole della via crucis, ognuna composta da un diverso materiale (legno, marmo, bronzo, ceramica, ecc). Terminato il sentiero si può trova una statua in bronzo del Santo. (Informazioni tratte da Wikipedia).

 POGGIO BUSTONE (Rieti)
POGGIO BUSTONE (Rieti)
 POGGIO BUSTONE (Rieti)
POGGIO BUSTONE (Rieti)
 POGGIO BUSTONE (Rieti)
POGGIO BUSTONE (Rieti)
 POGGIO BUSTONE (Rieti)
POGGIO BUSTONE (Rieti)
 POGGIO BUSTONE (Rieti)
POGGIO BUSTONE (Rieti)
 POGGIO BUSTONE (Rieti)
POGGIO BUSTONE (Rieti)
 POGGIO BUSTONE (Rieti)
POGGIO BUSTONE (Rieti)
 POGGIO BUSTONE (Rieti)
POGGIO BUSTONE (Rieti)
 POGGIO BUSTONE (Rieti)
POGGIO BUSTONE (Rieti)
 POGGIO BUSTONE (Rieti)
POGGIO BUSTONE (Rieti)
 POGGIO BUSTONE (Rieti)
POGGIO BUSTONE (Rieti)
 POGGIO BUSTONE (Rieti)
POGGIO BUSTONE (Rieti)
 POGGIO BUSTONE (Rieti)
POGGIO BUSTONE (Rieti)