Irena Sendler: Eroina della Resistenza ai nazisti in Europa.

Irena Sendler nel 1942
Irena Sendler nel 1942
Irena Sendler nel 2005
Irena Sendler nel 2005

Irena Sendler, nata nel 1910 e morta nel 2008, è stata una delle  più grandi eroine della Resistenza ai nazisti in Europa. Donna libera, socialista, ha salvato più di 2.500 bambini ebrei durante l’occupazione tedesca della Polonia.

“La ragazza dei fiori di vetro” è la sua biografia di Tilar J. Mazzeo (Piemme) che racconta la sua straordinaria vita.  Il libro è ricco di dettagli anche sulla Polonia in quegli anni. Sendler è il cognome assunto col matrimonio.  Lei si chiamava Krzyzanowska, nata a Otwock , cittadina polacca abitata da moltissimi ebrei. Suo padre, medico, morì di tifo, e le locali comunità ebraiche che consideravano il dottore un loro benefattore, le offrirono le spese dell’Università.

Irena nel periodo tra le due guerre mondiali combattè l’antisemitismo che regnava nelle università polacche. Si innamorò di due uomini: il primo Mieczyslaw Sendler che sposò, il secondo Adam Celniker che amò, sposò successivamente e che venne rinchiuso nel ghetto di Varsavia perché ebreo.

Afisz-kara_śmierci_za_pomoc_Żydom
Afisz-kara_śmierci_za_pomoc_Żydom

Come assistente sociale riuscì a lavorare nel ghetto relazionando ai tedeschi che temevano l’epidemia di tifo e le insurrezioni. Quando diventò palese che nel 1942 i nazisti volevano deportare  l’intera popolazione del ghetto nel campo di sterminio di Treblinka, Irena decise di far uscire dal campo almeno i bambini nascondendoli in sacchi di iuta, nelle cassette di attrezzi… Non era sola in questa operazione. Oltre all’organizzazione  Zegota, guidata dal socialista Jan Grobelny, personaggi di destra, cattolici, persone che con “scopo salvifico” pensavano di salvare i bambini, battezzarli, e sottrarli al “perfido giudaismo”.  Fu grazie a Sendler, che annotò scrupolosamente i nomi dei piccoli che alla fine della  guerra vennero restituiti alla loro identità.

Dopo la guerra divorziò dal marito e sposò Adam tornato dalla prigionia. Morto Adam nel 1961, risposò il suo primo marito Mieczyslaw. Il che è anche una risposta a chi si chiede se è possibile amare due uomini contemporaneamente e durante il corso della propria vita se si riesca a tenerli legati a sé.

Nel 1965 le fu conferita dagli israeliani la medaglia di Giusta tra le nazioni.

Irena_Sendlerowa_2005.
Irena_Sendlerowa_2005.
Warschau, Bettelnde Kinder
Warschau, Bettelnde Kinder
Irena Sendler Scultura nella scuola di Amburgo-Germania
Irena Sendler
Scultura nella scuola di Amburgo-Germania

Irena Sendler