Castelnuovo di Farfa- Ripartire anche con la Cultura –

Castelnuovo di Farfa Premio letterario La Torre d’Argento,
Castelnuovo di Farfa -Premio letterario La Torre d’Argento-Edizione del 2002 –
La giovane Attrice castelnuovese- DONATELLA BELLI, recita alcune poesie premiate, mentre il fotoreporter ANTONIO SANSONE l’immortala con la sua celebre macchina fotografica MINOLTA.

Castelnuovo di Farfa- Ripartire anche con la Cultura –

-Poesia perché ? (Articolo per Dea Sabina)Sin dal 1982 Castelnuovo aveva e vantava il più antico premio letterario della provincia di Rieti “ La Torre d’Argento” assieme al Trittico Culturale . A Castelnuovo la Cultura deve ripartire da queste iniziative. Il Risorgimento castelnuovese, a mio avviso, dovrebbe ripartire dalla Cultura perché prima o poi finiranno gli ulivi da abbattere e ci sveglieremo in un deserto di sabbia e cemento.Nell’estate trascorsa in molte piazze italiane la Poesia è stata la protagonista indiscussa. Anche nelle piazze dei bellissimi centri storici dei vari Borghi della nostra Sabina , vedi Poggio Nativo , il Castello Orsini di Montenero con “La sagra della Poesia” ,a Poggio San Lorenzo in chiesa, a Fara in Sabina al Museo, a Bocchignano, si sono svolte manifestazioni letterarie e molti comuni della Sabina hanno istituito Premi Letterari come a Stimigliano, Montopoli di Sabina, Poggio Mirteto, Nerola, a Salisano addirittura si svolgono due premi letterari uno estivo e uno a Natale. In Italia si è visto un continuo fiorire di recital di Poesia organizzati a livello più o meno professionistico o dilettantistico, a seconda dei casi e a seconda della disponibilità finanziaria , risorse finanziare, a disposizione degli organizzatori e la collaborazione delle Amministrazione locali propense e benevole nel concedere gli spazi pubblici. Era da molto tempo, credo dai i lontani e mitologici recital di Castelporziano, che la Poesia non scendeva “in piazza” e tra le “masse”. Non spetta a me , non ne sono capace, di discutere qui della validità o meno di queste iniziative, anche perché ognuna fa testo a sé e andrebbe analizzata per conto proprio. Una cosa è certa : con le più svariate motivazioni, che vanno dalla voglia dell’happening al desiderio e bisogno di tanti piccoli gruppi autogestiti di veicolare i propri prodotti, di avere un momento di incontro con la gente , un momento di verifica del proprio lavoro poetico. Personalmente ho partecipato con vari gruppi ad alcune di queste manifestazioni di Poesia e ho fatto esperienze assai significative che mi hanno dato la sensazione di una sensibile differenza fra quanto oggi si viene facendo <in piazza tra la gente>e quanto invece i vari gruppi,facevano negli anni fine anni settanta e parte degli anni ottanta , quando portavamo i nostri testi all’interno delle Case del Popolo, cioè all’interno dei momenti associativi e ricreativi appartenenti alle strutture storiche del movimento operaio. Pur non avendo sostanzialmente mutato lo stile e i contenuti del lavoro poetico mi sono accorto , con piacere, che si sono allargati sia l’interesse , sia lo spazio e la partecipazione, spesso semplicemente incuriosita, della gente alla poesia< letta dagli Autori>.

Castelnuovo di Farfa Premio letterario La Torre d’Argento,
Castelnuovo di Farfa Premio letterario La Torre d’Argento,

Lo stesso discorso non si può certamente fare per quanto riguarda la fruizione individuale di poesia, cioè <libri di Poesia>. Infatti, in questo secondo caso la persona torna a essere un singolo individuo che si confronta con una singola realtà, un libro, in un rapporto che non è più mediato da un momento di massa, e da una serie di protagonisti che lo pongono comunque nella condizione di fruitore, cioè in una posizione più o meno passiva anche se in determinati momenti egli può essere chiamato a divenire protagonista, partecipando in qualche modo allo spettacolo che si sta svolgendo e che si svolge in quel momento. Perciò la diffusione della Poesia , dei testi stampati voglio dire, continua ad avere tutte le difficoltà che ha sempre avuto storicamente. In altre parole: è difficile che la gente si rechi spontaneamente in libreria ad acquistare libri di poesia , ma anche romanzi ecc., e quando ciò avviene è abbastanza ovvio che chi acquista quei testi che ormai la tradizione scolastica da un lato e il battage pubblicitario dei mass media dall’altro hanno reso conosciuti e facilmente orecchiabili anche a coloro che non fanno parte della ristretta cerchia degli addetti ai lavori. Perciò il problema della diffusione della Poesia in generale, cioè di quella non<canonizzata> e <codificata> dalle strutture del <potere culturale> in senso lato, si ripropone oggi 2020 esattamente come si poneva nei decenni del secolo breve, anche se qualche spazio in più nelle inquietudini, nelle curiosità e forse anche nelle coscienze delle persone lo si sta avendo grazie ai momenti di letture in piazza, nonostante e malgrado tutte le contraddizioni e le mistificazioni che certamente non mancano. Comunque, in questo nuovo clima poetico che si sta instaurando in Sabina , clima dinamico e interessante , che fa intravvedere e sperare la possibilità, speriamo, di ulteriori sviluppi e approfondimenti, anche noi di DEA SABINA cerchiamo e cercheremo di “recitare” la nostra parte e siamo aperti , con disponibilità e curiosità a ogni possibile dibattito, ricerca, approfondimento della <contraddizione nella contraddizione> che secondo noi di DEA SABINA possiamo, crediamo, di poter definire lo “spazio della Poesia” o meglio “spazio Poesia”. Per concludere vogliamo riaffermare attraverso i nostri lavori, e speriamo con iniziative concrete, che se da un lato “la Poesia non è un sogno” ( e non lo è mai stata) dall’altro la Poesia “è, o può essere anche un momento di libertà” all’interno della più complessa vicenda politica e sociale, cioè umana, dalla quale la Poesia prende comunque avvio, anche quando – suo malgrado- essa possa apparire dettata da esigenze che all’inizio sembrano dettate soltanto di bisogni, privati, in altre parole abbastanza individuali e individualistici. Ho cercato di tracciare un itinerario di lettura per quello che , forse, potrebbe essere la risposta alla domanda : Poesia perché?

Castelnuovo di Farfa Premio letterario La Torre d’Argento,
Castelnuovo di Farfa Premio letterario La Torre d’Argento,
Castelnuovo di Farfa Premio letterario La Torre d’Argento,
Castelnuovo di Farfa Premio letterario La Torre d’Argento,
Castelnuovo di Farfa Premio letterario La Torre d’Argento,
Castelnuovo di Farfa Premio letterario La Torre d’Argento,
Castelnuovo di Farfa Premio letterario La Torre d’Argento,
Castelnuovo di Farfa Premio letterario La Torre d’Argento,
Castelnuovo di Farfa Premio letterario La Torre d’Argento,
Castelnuovo di Farfa Premio letterario La Torre d’Argento,
Castelnuovo di Farfa Premio letterario La Torre d’Argento,
Castelnuovo di Farfa Premio letterario La Torre d’Argento,
Castelnuovo di Farfa Premio letterario La Torre d’Argento,
Castelnuovo di Farfa Premio letterario La Torre d’Argento,
Castelnuovo di Farfa Premio letterario La Torre d’Argento,
Castelnuovo di Farfa Premio letterario La Torre d’Argento,
Castelnuovo di Farfa Premio letterario La Torre d’Argento,
Castelnuovo di Farfa Premio letterario La Torre d’Argento,