Barbara Herzog Poesie da: “Nada màs” -Punto a Capo editrice

Biblioteca DEA SABINA

Barbara Herzog
Barbara Herzog

-Barbara Herzog Poesie da: “Nada màs”-

-Punto a Capo  editrice-

 

Vuoi suggere
da ogni risposta
una goccia di anima
per assaporarla
abbracciarla
solo per questo
cavi sapere
da un sasso
e sì, per la tua voce
che bacia come
il vento gli steli d’erba

***

Quando intuisci
a poche sillabe
assurgi ciascuna
perché non puoi toccare
per colmare l’urgenza
ogni gemito accarezzato
nell’aria
non fa che acuire
la carnalità
del bisogno

***

Inutile arrovellamento
le risposte non sgorgano
da quel ruscello limpido
frastornante fino a
poco fa

ruvido palpare
per comprendere
dov’è finita la piena
sgorgano

***

Sublimare
è la parola d’ordine
dei decreti che
giocano al salto della corda

fortunata
colgo l’ispirazione
nell’inflessione delle parole
e costruisco

castelli sulle nuvole
se no
la mia pelle
sarebbe già avvizzita

***

Comprimendo tutte le tue parole
risulterebbe il gemito primordiale
attraverso tutte le sinapsi
fulmine a cielo
non domabile
in quel punto estesissimo
messo a fuoco
da te

***

Fatemi dimorare
in una risposta
che non mi accontenterà mai

volare da lontano
intorno a ciò
che mai più sarà vicino

fatemi guarire
senza accorgermene

sospirare lieta ricordando
ridere forte della mia follia
tornare al mio
io assennato

Da: “Nada màs” puntoacapo  editrice, 2021

Barbara Herzog si è trasferita ventenne dalla Svizzera in Italia, dove si è laureata con una tesi in letteratura africana. È traduttrice ed interprete tra italiano, inglese, tedesco e francese; scrittrice di poesie, racconti, recensioni, articoli e sostenitrice dei diritti umani. Ha pubblicato le seguenti raccolte di poesie: Se non nel silenzio (L’arcolaio 2015, con prefazione di Francesca Serragnoli) e Sopravvento (Raffaelli 2012, con prefazione di Davide Rondoni). Ha inoltre tradotto dallo svizzerotedesco Qualcuno ha scambiato le mie ossa di Ursula Hohler (Capire 2020). Ha partecipato a vari convegni, rassegne e presentazioni di poesia tra cui Infinito 200 all’Accademia Mondiale della Poesia a Verona ed è stata citata in diverse antologie (tra le quali In My Secret Life, Mirada de Pájaro Editores, Bogotá).