News Ticker

Castel di Guido in forma di Poesia-La spada della luna-

Castel di Guido in forma di Poesia
Castel di Guido in forma di Poesia

 

La spada della luna-

 

Il mio cuore di ragazzo è rimasto a vegliare
I giochi e i canti della mia giovinezza accompagnati
Dalla musica della fisarmonica rossa.
I fili d’erba sono in attesa della falce, mentre il vento grida una canzone.
E’ quel grido d’orgoglio che mi porgi con i tuoi occhi,
Nella purezza del mattino
Ritornano i sogni, come l’aroma delle mele e il canto delle cicale.
I ricordi dei giochi ai bordi dei viottoli
e di noi ragazzi in cerca di papaveri rossi nei campi di grano.
La nostalgia dei silenzi che diventa eresia , mentre le bacche raccolte muoiono nelle mie mani .

La poesia è il sogno che disegna il Borgo e la sua collina,
sbriciolo parole e pane scrivendo con il rosso dei gerani

le mete dei sogni incompiuti.
Avvolgo la luna nel panno della mia bandiera ,
e torno nel sogno di quelle notti piene di stelle e di lune rosse.

Castel di Guido in forma di Poesia
Castel di Guido in forma di Poesia
Castel di Guido in forma di Poesia
Castel di Guido in forma di Poesia
Castel di Guido in forma di Poesia
Castel di Guido in forma di Poesia
Castel di Guido in forma di Poesia
Castel di Guido in forma di Poesia
Castel di Guido in forma di Poesia
Castel di Guido in forma di Poesia
Castel di Guido in forma di Poesia
Castel di Guido in forma di Poesia
Castel di Guido in forma di Poesia
Castel di Guido in forma di Poesia

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*