News Ticker

MACCARESE-Torre Primavera

MACCARESE-Torre Primavera
MACCARESE-Torre Primavera
MACCARESE-Torre Primavera

La torre “Primavera” si trova nei pressi di Fregene in fondo a viale Clementino nord-ovest. Fu fatta edificare sui resti di un’antica villa di Ciriaco Mattei in località “Primavera” alla foce dell’Arrone. Il  nome “Primavera”,  che  riguarda  l’intera  area circostante  la torre, deriva dal microclima particolarmente favorevole a cui la zona è soggetta. E’ qui che viveva la mandria di bufale degli antichi proprietari della zona, i Rospigliosi.

Oltrepassato il caseggiato ci appare la massiccia mole della torre Primavera, alta 15 metri e a pianta quadrata. La torre possiede 4 piani e ogni piano ha un salone e due stanzette e per salire in cima c’è una scala. All’interno della torre c’è una botola che conduce ad un passaggio sotterraneo, che passa sotto l’Arrone. E’ molto profondo e lungo circa un kilometro e porta fino al Castello di Maccarese. La torre subì nel’ 500 un restauro che modificò la parte inferiore rendendola a sperone e rinforzò gli angoli con l’inserimento di blocchi di travertino. Fu voluta come molte altre torri di avvistamento, da Pio IV per sventare il pericolo delle incursioni Saracene che affliggevano frequentemente le popolazioni costiere.
L’ambiente naturale è purtroppo oggi deturpato dalla presenza del depuratore di Fregene. Fu comunque in occasione dei lavori di installazione di questo impianto, che fu ritrovata una barca romana che localizzerebbe in quest’area l’antico porto di Fregene. L’architetto Maurizio Silenzi nel suo libro “Il Porto di Roma” sostiene una suggestiva tesi che afferma la localizzazione di un porto sul fiume Arrone e la presenza di un faro allineato con quello più noto del porto di Claudio di Fiumicino.
La torre Primavera sarebbe stata ubicata e costruita proprio sopra i resti del faro di Claudio. Silenzi porta a prova di ciò anche alcuni rilievi topografici e un’analisi approfondita del materiale esistente sotto l’intonaco più recente della torre che presenta l’inserimento di numerose pezzature marmoree bianche reperibili solo in siti dove sono presenti manufatti del periodo romano. L’Architetto afferma che la torre è stata costruita ristrutturando, in parte, murature esistenti con mattoni di fornace più recenti e mescolando materiali marmorei recuperati che facevano parte di un’antica costruzione riferibile al faro sull’Arrone.
Sulla torre Primavera c’è anche un’altra curiosità da riferire: forse le torri erano due! Infatti alcuni archeologi hanno individuato i resti di una costruzione antica anche sulla sponda di ponente dell’ Arrone. C’era un tempo dunque in cui le costruzioni erano due, ipotesi suggestiva ma probabilmente i resti sono di una villa della famiglia dei Cesi da cui prende il nome la zona Cesolina.

Foto di Franco Leggeri- scatti eseguiti per provare vari obiettivi e fotocamere Reflex-

MACCARESE-Torre Primavera
MACCARESE-Torre Primavera
MACCARESE-Torre Primavera
MACCARESE-Torre Primavera
MACCARESE-Torre Primavera
MACCARESE-Torre Primavera
MACCARESE-Torre Primavera
MACCARESE-Torre Primavera
MACCARESE-Torre Primavera
MACCARESE-Torre Primavera
MACCARESE-Torre Primavera
MACCARESE-Torre Primavera
MACCARESE-Torre Primavera
MACCARESE-Torre Primavera
MACCARESE-Torre Primavera
MACCARESE-Torre Primavera
MACCARESE-Torre Primavera
MACCARESE-Torre Primavera
MACCARESE-Torre Primavera
MACCARESE-Torre Primavera
MACCARESE-Torre Primavera
MACCARESE-Torre Primavera
MACCARESE-Torre Primavera
MACCARESE-Torre Primavera
MACCARESE-Torre Primavera
MACCARESE-Torre Primavera
MACCARESE-Torre Primavera
MACCARESE-Torre Primavera
MACCARESE-Torre Primavera
MACCARESE-Torre Primavera
MACCARESE-Torre Primavera
MACCARESE-Torre Primavera
MACCARESE-Il Castello
MACCARESE-Il Castello
MACCARESE-Torre Primavera
MACCARESE-Torre Primavera
MACCARESE-Il Castello
MACCARESE-Il Castello
MACCARESE-Torre Primavera
MACCARESE-Torre Primavera

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*